DATABASE COLLECTIONMerchandising

Spada Templare

Tempo di Lettura: 2 minuti

L’elemento fondamentale dell’armamento del cavaliere templare è la spada. Il Cavaliere non è tale solo perché possiede la spada e il cavallo, ma perché accetta delle regole e si obbliga a dei doveri entrando a far parte di quello che è un vero e proprio ordine: la cavalleria.

La sua sottomissione ai principi della cavalleria è sottolineata, durante l’investitura, dalla “collata”, l’ultimo colpo che il cavaliere accetterà di ricevere senza rispondere all’offesa. La solenne cerimonia si conclude con la consegna della spada che d’ora in avanti servirà per difendere la fede, la giustizia e ogni altra nobile causa. La spada da investe chi la possiede e la brandisce di un potere sia effettivo che metaforico. Durante il combattimento il cavaliere si fida della propria spada come di un prolungamento del proprio braccio, che allo stesso tempo è anche un’entità a sé stante e come tale ha il diritto ad acquisire personalità per mezzo del nome. L’invincibilità del guerriero è legata alla sua spada. L’ispirazione cristiana della cavalleria ne influenza anche la simbologia. La spada, arma principe del cavaliere, se impugnata dalla lama, assume la forma dello strumento della passione del Salvatore, riaffermando in questo modo lo scopo per il quale egli è chiamato ad operare. Nella guerra o nella fede, la spada assurge a simbolo più di qualsiasi altra arma in quanto il suo impegno comporta competenze e destrezza particolari: in essa c’è una nobiltà di fondo che passa attraverso i secoli e che viene affermata dalle complesse regole della scherma e del suo cerimoniale, cosa che conferma e rafforza anche in epoca moderna il suo valore mitico.

Le caratteristiche della spada templare sono: lama dritta a doppio filo e a punta arrotondata, la punta arrotondata ci induce a pensare che venisse usata solo come arma difensiva; il pomolo a disco con inciso la croce patente o il sigillo templare; l’ elsa a croce semplice o lavorata, l’impugnatura in legno o in metallo ricoperta di pelle cucita; lama e fili di vario spessore con sezione a rombo.

Facebook Comments

Carlo Prisco

Ciao a tutti. Mi chiamo Aosen ( è un nome Alias :D) Classe 86 appassionato per i videogiochi, in particolare World of Warcraft ed Assassin's Creed. ho ottenuto il 10 Febbraio 2019 il Guinness World Record per la collezione di AC più grande al mondo.

Lascia un commento